Toscana // Chianti DOC

Beconcini

+25 Anni di Storia

14 Ettari di Vigne

0 Premi Vinti

7 Prodotti

Perchè in Whynery.com

Durante la ricerca di un Chianti, siamo arrivati a San Miniato In piena Doc, dove abbiamo trovato un tesoro: nelle dolci colline toscane Leonardo e sua moglie Eva sono gli unici che vinificano il Tempranillo in Toscana.

Pur non essendo autoctone, queste viti hanno visto scorrere più decadi di quanto si possa immaginare, attendendo che qualcuno le valorizzasse a pieno.

Consiglio dell’esperto

La consigliamo in quanto, in ogni vino di questa azienda, viene trasmesso l’amore per la propria terra, per la grande passione per la vitivinicoltura e per il proprio lavoro. Attraverso i loro vini si compie un viaggio in un bellissimo mondo di scoperta sensoriale.

La Cantina

Situata nel mezzo del richiamo marittimo di Pisa e dell’esplosione rinascimentale di Firenze, si Trova l’azienda Beconcini: le sue origini radicate nel territorio di san Miniato risalgono al 1900, dove la Famiglia è stata una delle prime ad uscire dal regime di mezzadria, iniziando a lavorare la terra per sé.

Leonardo, l’attuale conducente, prende le redini negli anni ’90 con studi molto focalizzati sul territorio, uscendo col suo primo Sangiovese in purezza nel 1995. Dopo aver subito il fascino di queste viti antiche e di sua moglie, intraprende assieme a lei l’avventura di salvaguardia del Tempranillo, trasportando la propria passione e la propria dedizione in Bottiglia.

Beconcini non è solo vini rossi: i suoi bianchi sono un’esplosione di profumi e gusti decisi, per non parlare del rosato che ha l’emozione di un rosso ma la freschezza di un bianco.

La storia del Tempranillo di San Miniato 2.03 min.
Play

Unicità: custodi di viti secolari

Le viti di Tempranillo ritrovate da Leonardo sono vecchie e nodose e tutte senza il portainnesto americano, quindi tutte al 100% europee ed uniche. La loro storia antica ha origine dalle viti portate dei pellegrini sulla via Francigena durante i pellegrinaggi verso Roma.

Nel 1993 ha inizio questo percorso di ritrovamento: pensate che finché non è stato possibile identificare queste 213 viti, sono state chiamate X!! Solo nel 2004, grazie alle tecniche di estrazione del DNA, sono state identificate come Tempranillo.

Valori aggiunti

L’azienda Pietro Beconcini non è solo votata alla valorizzazione del Tempranillo, ma è anche attenta custode della tradizione attraverso l’utilizzo di botti grandi e del cemento, il quale richiede una grande conoscenza e capacità per sfruttare a pieno le qualità di questo materiale. La passione e la dedizione al proprio territorio, rivalutandolo con fatica, rendono questa azienda la perfetta portabandiera del Made in Tuscany.

I Prodotti

Dai lunghi anni di studi territoriali sugli antichi vigneti di famiglia, tra i quali si snoda la Via Francigena, sono nate molte idee che oggi potete degustare nei sette vini rossi e nei due vinsanto della Cantina Beconcini.

  • Antiche Vie Chianti DOCG

    La tradizione vinicola Toscana è rappresentata dal Chianti, famoso in tutto il mondo. All’inizio di settembre l’uva viene raccolta a mano per poi essere vinificata in cemento, con macerazione sulle vinacce per 11 giorni e fermentazione con lieviti indigeni. La maturazione per renderlo cosi beverino avviene in cemento per 6 mesi e poi 4 mesi di riposo in bottiglia.

    84%

    Compatibile con il tuo profilo

    Risultato ottenuto dal test di profilazione sensoriale

  • Fresco di Nero

    Tempranillo di storica memoria piantato nelle colline toscane, raccolto in anticipo vendemmiale a metà agosto. Vinificato a bassa temperatura con due giorni di macerazione sulle bucce, fermentato con lieviti indigeni. La maturazione avviene sui lieviti per 4 mesi in cemento, poi riposa per 1 mese in bottiglia.

    84%

    Compatibile con il tuo profilo

    Risultato ottenuto dal test di profilazione sensoriale

  • Ixe Rosso IGT Toscana

    Il tempranillo è la varietà che non ti aspetti, ma che è radicata in questa zona da secoli. Vendemmiato all’inizio di settembre, viene vinificato in cemento con utilizzo di lieviti indigeni e macerezione sulle vinacce di 25 giorni. Per la maturazione un 50% viene messo in rovere francese e il restante rimane in cemento per 15 mesi; gli altri 6 mesi in bottiglia occorrono per un’affinamento definitivo.

    84%

    Compatibile con il tuo profilo

    Risultato ottenuto dal test di profilazione sensoriale

  • Mauroleo Rosso Igt Toscana

    Il Supertuscan di San Miniato, con la Malvasia nera come portabandiera dell’aromaticità del territorio. La vendemmia avviene nella prima metà di settembre. La vinificazione avviene separatamente per le due uve rendendolo a tutti gli effetti un blend. Il Sangiovese ha una macerazione di 3 settimane sulle vinacce mentre la Malvasia rimane solo 10 giorni. Le fermentazioni di entrambe le partite avvengono spontaneamente. La maturazione di 12 mesi viene effettuata per la Malvasia in cemento, mentre per il Sangiovese in botte di Rovere grande.

    84%

    Compatibile con il tuo profilo

    Risultato ottenuto dal test di profilazione sensoriale

  • Pietro Beconcini Chianti Riserva Docg Vecchie Vigne

    Le vigne di provenienza delle uve sono tra le più vecchie della proprietà, in quanto hanno 65 anni di vita e la loro produzione è di alta qualità con solo 2kg di uva per pianta. La vendemmia manuale viene effettuata nella prima decade di Ottobre: la conseguente fermentazione con soli lieviti indigeni, prosegue sulle bucce per 28 giorni. La successiva maturazione avviene in botti di rovere di Slavonia per 18 mesi e in bottiglia per altri 8.

    84%

    Compatibile con il tuo profilo

    Risultato ottenuto dal test di profilazione sensoriale

  • PRS

    Dedicato al figlio Pietro Saverio è la fotografia del luogo dove si trova la cantina, con i suoi profumi e le sue vibrazioni. La Malvasia viene vendemmiata a mano nelle prime settimane di settembre, poi la vinificazione avviene in vasche di cemento con macerazione sulle bucce per 12 ore e fermentazione spontanea con lieviti indigeni. L’affinamento avviene per 4 mesi in vasca di cemento con frequenti batonnages, dopodiché riposa per 4 mesi in bottiglia.

    84%

    Compatibile con il tuo profilo

    Risultato ottenuto dal test di profilazione sensoriale

  • Vea

    Dedicato alla moglie Eva, è un trebbiano proveniente da cloni antichi, che dà origine ad un bianco con attributi. Vendemmiato a mano nella prima decade di Ottobre, la vinificazione avviene in cemento con macerazione e fermentazione ad opera dei lieviti indigeni per 23 giorni. La breve maturazione avviene in cemento per 3 mesi con frequenti batonnages, seguita da un riposo di 4 mesi in bottiglia.

    84%

    Compatibile con il tuo profilo

    Risultato ottenuto dal test di profilazione sensoriale

Articoli sul Produttore

The Whynery Journal è il Magazine ufficiale che nasce dalla voglia del Team di dare voce ai diversi Territori Italiani per alimentare il Turismo nelle sue nuove applicazioni, tra cui il turismo di prossimità e quello esperienziale. Qui puoi trovare gli articoli creati da The Whynery Journal o estrapolati da altre testate che raccontano questo territorio e i suoi interpreti.

La Cina in pillole, vista anche con un punto di vista interno.. Marco ci riporta a viaggiare ed a comprendere meglio una cultura che sembra molto lontana dalla nostra, ma a tavola apprezza il made in Italy.

16 Dicembre 2021 – Una finestra sul mondo - la Cina

Pubblicato da Marco Facchini

La meraviglia dei sapori si confonde con l'arte quando si va a ritroso nel racconto di un'etichetta. Alessia ci racconta un altro suo viaggio alla scoperta dei produttori e delle loro storie legate alla sensorialità.

17 Novembre 2021 – Viaggi Sensoriali

Pubblicato da Alessia Grola

Non soltanto una semplice gita in Toscana, ma un vero e proprio studio su una delle zone più attrattive del nostro Paese: Andrea ci testimonia come si può oggi ripartire, seguendo esempi virtuosi.

11 Agosto 2021 – Tutoring d'Impresa

Pubblicato da Andrea Pilotti

La rivincita commerciale di una categoria che sta conquistando il mercato è analizzata da Giorgia. Goditi l'articolo facendoti accompagnare nel mondo dei vini rosati.

20 Luglio 2021 – Superwine

Pubblicato da Giorgia Dal Soglio

La prima avventura del Prof Italo è in Toscana.. ti è mai capitato di soffermarti dietro a questo bassorilievo a Firenze?

Pubblicato da Prof. Italo Ghiotti

Art Geo Tag! Nasce la collaborazione editoriale con il magazine Arte.it che ha l'obiettivo di mappare, come un geo-tag editoriale, i più bei luoghi d'arte in Italia e le loro iniziative che muovono il territorio. Ogni volta la cultura ci suggerisce nuove emozioni.

07 Maggio 2021 – Art Geo Tag

Pubblicato da Arte .it

Arrivata in Toscana, nel territorio del “Gallo Nero” ero alla ricerca di qualcosa di diverso, che mi portasse nel cuore della tradizione Toscana, ma con quella scintilla di follia, che solo un ricercatore sapiente può dare. Durante il viaggio nel territorio del Chianti i paesaggi cambiano velocemente, rendendo lo sfondo quasi fluido…mai fermo. Colline verdi intramezzate da ampi appezzamenti coltivati a cereali. Uliveti secolari tra i quali passa una ventata di storia e salsedine che rendono il paesaggio unico e in continua evoluzione.

04 Marzo 2021 – Superwine

Pubblicato da Giorgia Dal Soglio

Il Prof con il suo Genius Loci ci porta in mezzo agli uliveti, quasi in modo peripatetico, per capire il valore gastrosofico del nostro Olio Evo: uno dei grandi tesori della nostra cultura enogastronomica e sociale. Vai Prof!

19 Febbraio 2021 – Genius Loci

Pubblicato da Alex Revelli Sorini

La responsaibilità di cambiare è nelle nostre mani: con un riferimento d'eccezione Riva Zamero ci porta, come al solito, a cogliere quello che di bello c'è attorno o dentro di noi: che questo pensiero sia rivolto ad una persona, ad un azienda o ad un territorio, l'importante è vivere con responsabilità questa consapevolezza.

18 Gennaio 2021 – Gems

Pubblicato da Riva Zamero

Il connubio fra filosofia e viticultura è stretto e riguarda da vicino la storia dell'umanità: con questi aspetti Giorgia ha lo strumento per far conoscere nuovi "Super" canoni di beva che non considerano le mode e che rivalorizzano vitigni e vini di cui siamo meno consapevoli.

18 Novembre 2020 – Superwine

Pubblicato da Giorgia Dal Soglio

Migliora la tua identità gustativa

Continua ad affinare la tua identità gustativa completando il tuo profilo sensoriale.